Liberalizzazione Enel. Pensionati tartassati dalle offerte pazze sul libero mercato

CNA pensionati aiuta gli associati districarsi nella giungla delle offerte telefoniche e delle possibili truffe

Dal 2007, con la liberalizzazione del mercato dell’energia e delle telefonia è iniziata una vera e propria caccia al possibile cliente senza nessuna regola e rispetto.

Nel 2020 Enel Servizio Nazionale, ad oggi assoggettato al controllo trimestrale dell’Autorità Garante per l’Energia (ARERA ) sarà liberalizzato, così 20.000.000 utenti dovranno scegliere un nuovo fornitore tra le oltre 450 società presenti sul mercato libero.

Mentre i giovani sono più orientati a spaziare sulle offerte del mercato, le persone anziane sono propense a non cambiare e negli anni hanno creato una vera e propria fidelizzazione con Enel Servizio Nazionale .

L’ingente numero di utenze che dovranno passare al mercato libero ha innescato una vera forma di stalking telefonico diretto soprattutto verso le persone anziane tartassate quotidianamente con fastidiose telefonate, ricevendo proposte di grandi risparmi sul costo della materia prima, dimezzamento o addirittura l’eliminazione degli oneri di competenza dello Stato ecc.
Cna Pensionati si sta occupando di questo preoccupante fenomeno raccogliendo allarmi e testimonianze sul territorio.
Un’interessante esperienza da questo punto di vista è quella di Cna Pensionati Abruzzo che, da anni, offre ai suoi iscritti un servizio di tutela come consumatore in convenzione con l’Associazione Progetto Atenaconsumatori presente con i suoi sportelli nelle sedi CNA in tutte le province.
“Questo Progetto offre agli iscritti CNA e CNA Pensionati un importante servizio, in modo particolare nelle piccole realtà dove il Patronato è considerato il posto naturale dove rivolgersi per risolvere i problemi - spiega Concetta La Sorda segretario di CNA Pensionati Abruzzo - una bolletta esagerata, la richiesta di un piano di rateizzazione, un contratto fatto sottoscrive telefonicamente con l’inganno, sono le problematiche che quotidianamente vengono presentate presso gli sportelli dell’Associazione dove persone altamente qualificate e competente danno risposte e trovano soluzioni”.

Il Progetto Atenaconsumatori in collaborazione con CNA Pensionati organizza incontri sul consumerismo presso le proprie sedi e dove non sono presenti nei Circoli Sociali per Anziani, per dare una informazione di base su come tutelarsi, come rispondere alle telefonate, in modo da fare un minimo di formazione affinché la persona anziana possa prevenire una truffa.
Una esperienza davvero interessante.
Del resto non non tutti i pensionati sanno, per esempio, che dopo aver fatto un reclamo telefonico è bene inviarne un altro scritto tramite fax o mail perchè la società fornitrice di energia, intesa come luce, gas ed anche acqua, ha 50 giorni di tempo per risolvere il problema o per dare una risposta scritta.

Qualora ciò non avvenisse l’utente ha diritto ad un indennizzo economico e può attivare la procedura di conciliazione presso l’Autorità Garante. Stessa cosa per la telefonia con tempi più brevi: 30 giorni per la risposta scritta.

“L’esperienza di Atenaconsumatori - conclude La Sorda - presentata nella direzione Nazionale di Riccione ha riscosso molto interesse da parte dei Presidenti di CNA Pensionati di altre regioni. E’ importante costruire una collaborazione tra le regioni al fine di far conoscere questa esperienza, allargandone e diffondendone i benefici”.

copertina verdeta70

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Agenzia Dire, Giungi “Gli anziani possono dare ancora un grande contributo alla comunità

Agenzia Dire, D'Andrea Pensionati ex artigiani a disposizione della comunità”

Agenzia Dire, Decaro ANCI “Nonni per la città” preziosi per trasmissione saperi ai più giovani

Festa Nazionale CNA Pensionati - Sergio Silvestrini Segretario Generale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Daniele Vaccarino Presidente Nazionale CNA

Festa Nazionale CNA Pensionati - Vinciano Luca Caricato

Spot radiofonici

BannerTIM

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.