Il futuro si fabbrica a scuola

Diffondere la condivisione di conoscenze ed esperienze di giovani e anziani per rilanciare il capitale umano, sociale ed economico del nostro Paese. È questo l’obiettivo di “Tra generazioni. L’unione crea il lavoro”, il progetto promosso da Fondazione Mondo Digitale e Cna Pensionati, in collaborazione con Facebook Italia, e presentato questa mattina ad Ascoli Piceno presso l’IIS Fermi-Sacconi-Ceci.

È uno scambio alla pari quello tra 200 artigiani over 65, iscritti al Cna Pensionati, e 200 studenti di 8 istituti superiori di secondo grado di quattro regioni italiane (Lombardia, Umbria, Marche e Puglia). E la tecnologia è lo strumento per promuovere il confronto tra le due generazioni: gli anziani tornano sui banchi di scuola per imparare dai nativi digitali a cogliere le opportunità offerte dall’era di internet e a familiarizzare con le nuove tecnologie. In cambio mettono nelle mani degli studenti conoscenze e segreti dei più antichi mestieri artigiani per valorizzarli e farli rivivere in chiave 4.0.

“Il progetto recupera l’esperienza manuale degli artigiani Cna e attraverso le nuove tecnologie, come quelle presenti all’interno dei moderni fab lab, la trasforma in una opportunità per la creazione di nuovi business e il rilancio sociale ed economico dei territori. Da qui l’idea di far vivere il progetto anche nelle zone centrali della penisola, dove il ricco tessuto delle piccole imprese artigiane è stato messo a dura prova dai recenti eventi sismici”, spiega Mirta Michilli, direttore generale della Fondazione Mondo Digitale.

"Il valore di questo progetto è quello dello scambio di competenze fra generazioni “ – aggiunge Giovanni Giungi Presidente Nazionale di Cna Pensionati.  “Noi anziani – continua - abbiamo bisogno dei ragazzi per imparare i segreti del mondo digitale e dei social che, con una rivoluzione improvvisa e per alcuni versi violenta, ci ha spiazzato. Loro però hanno altrettanto necessità di imparare da noi  il valore dell'artigianato e risvegliare la passione per la piccola impresa e il lavoro autonomo con cui abbiamo fatto grande l'Italia nel dopoguerra. I giovani hanno bisogno anche di apprendere da noialtri il senso del sacrificio, che oggi si è perduto, che ha contraddistinto e dato valore al nostro lavoro. Credo che tutto ciò sia importante quanto imparare a vivere nel mondo digitale. Risvegliare il desiderio di diventare artigiani, magari digitali, è il più grande regalo che noi anziani possiamo fare ai ragazzi di oggi".

La presenza di Facebook Italia rende tangibile la carica innovativa dell’iniziativa. "Siamo molto contenti di partecipare a questo progetto – chiarisce Laura Bononcini  Head of pubblic policy Facebook Italia - il digitale, del resto, è diventato motore di sviluppo dell'economia. Un motore importante anche per le piccole imprese. Lo abbiamo chiesto a 500 Pmi italiane e ci hanno risposto che, grazie all'uso di questi strumenti, hanno assunto di più e che circa il 70% di loro hanno aumentato le vendite. Ecco perché diffondere la cultura digitale unita a quella dell'impresa, come fa questo progetto, è per noi fondamentale ed è la strada che abbiamo imboccato insieme a voi di Cna Pensionati e Fondazione mondo digitale".

"Questo progetto ha una potenza innovativa dirompente - insiste dal canto suo Beatrice Tragni, segretario nazionale di Cna Pensionati - anche perché indica il sentiero dentro il quale ha l'obbligo di incamminarsi la sfida per lo sviluppo futuro del nostro Paese: una collaborazione intergenerazionale proficua, solidale, intelligente. Una collaborazione che supera quel conflitto artificiale e distruttivo che sembra essere stato prodotto negli ultimi anni da politiche poco lungimiranti, o comunque una comunicazione altrettanto negativa, che ha posto in contraddizione le esigenze degli anziani e quelle dei ragazzi. Il nostro progetto mira a diffondere la cultura della piccola impresa e l’artigianato, il saper fare, la sapienza del Made in Italy fra i ragazzi, un patrimonio preziosissimo che, nell’era digitale, rappresenta un asso nella manica che il nostro paese deve giocarsi per vincere la sfida competitiva in cui siamo immersi nel mondo globalizzato".  

Per tutto il 2018 il progetto coinvolge le città di Milano, Brescia, Perugia, Terni, Orvieto, Foggia, Bari e Ascoli Piceno. Oltre a corsi di alfabetizzazione digitale all’interno delle scuole, prevede anche visite guidate in azienda, lezioni nei laboratori di fabbricazione digitale e incontri a cura di esperti Facebook sull’uso dei social network per la creazione di nuove attività e la valorizzazione di quelle esistenti.

Vai alla Photogallery >

copertina verdeta67

banner essere cna

banner unipol

>>> INGRANDISCI <<<

Testimonianze di "Nonni per le città" all'Assemblea Nazionale di CNA Pensionati"

Sergio Silvestrini: "Problema sicurezza percepito drammaticamente soprattutto dagli anziani"

Spot radiofonici

BannerTIM

Al via il progetto "Nonni per le città"

Festa Nazionale CNA Pensionati

TG5 ore 8. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo un pensionato su 4 riesce a mantenere i famigliari senza difficoltà (27/08/17)

TG5 ore 00,50. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo 1 pensionato su 4 ha una vita dignitosa (26/08/17)

TGCOM24 ore 17. Indagine SWG per CNA Pensionati: solo il 25% dei pensionati italiani riesce a vivere una vita dignitosa (26/08/17)

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi sapere di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, clicca il pulsante "Cookie e Privacy". Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.